53980868 - female physical therapyst massaging leg of male athelete

Massaggio Sportivo: studio fisioterapia Roma

Il primo obiettivo del  massaggio sportivo è quello di defaticare i muscoli, ovvero aiutare i muscoli sovraccarichi a rilassarsi nel momento che segue l’allenamento e l’attività fisica. Questo processo è molto importante per aiutare i muscoli a rilassarsi nel modo giusto ed espellere l’acido lattico dal tessuto, che altrimenti potrebbe causare danni alle fibre muscolari e conseguenti dolori in fase di movimento.

Sia nella fase di riscaldamento che in quella di stretching e rilassamento, i giusti esercizi sono spesso associati a tecniche di massaggio sportivo. La giusta combinazione di queste due pratiche garantisce non solo il giusto relax della muscolatura post esercizio, ma aiuta soprattutto a prevenire strappi, traumi e stiramenti che danneggiano il tessuto muscolare e compromettono le sue funzionalità.

Il massaggio sportivo, associato allo stretching, aiuta a ridurre le tensioni muscolari e, di conseguenza, i livelli di cortisolo presenti all’interno del fisico. Il cortisolo è collegato alla sensazione di ansia, che insorge soprattutto nel momento in cui aumenta la produzione di adrenalina, come nel caso di uno sforzo fisico. Il massaggio sportivo, dunque, aiuta a far diminuire i livelli di cortisolo, e di conseguenza a ridurre la sensazione di stress; al contempo, viene stimolata la produzione di endorfine e la conseguente diminuzione della sensazione di affaticamento.

copertina-1024x512

Rieducazione posturale: scopri il nostro studio a Roma

A prescindere dal fatto che tu abbia effettuato o meno delle sedute di fisioterapia, sicuramente avrai sentito parlare di “terapia posturale”, magari perché e ha avuto bisogno un tuo amico o perché ne parlavano in TV.

La rieducazione posturale ha il fine di ri-educare il corpo a mantenere una postura più sana e che lo esponga a minori fattori di rischio per il sistema muscolo scheletrico del suo corpo.

Le nostre promozioni molto spesso prevedono una visita posturale gratuita presso il nostro studio di Roma.

La postura è la posizione che il nostro corpo occupa nello spazio grazie al tono e al pretensionamento dei muscoli statici. Essa dipende da diversi fattori come il patrimonio genetico, la psicologia della persona e dalle afferenze esterne e di adattamento all’ambiente avvenute nel corso della nostra vita.

Con la Terapia Posturale si vanno a trattare tutti i dismorfismi del sistema muscolo scheletrico, come ad esempio:

  • La scoliosi
  • L’ipercifosi
  • L’iperlordosi
  • Ginocchio valgo
  • Ginocchio varo
  • Piede piatto
  • Piede cavo

Ma anche condizioni dolorose come:

  • Dorsalgia
  • Lombalgia
  • Cervicalgia
  • Metatarsalgia
  • Fascite plantare
  • Lombosciatalgia
  • Cervicobrachialgia

La Rieducazione Posturale Globale è un metodo creato dal francese P. Souchard, ed è basato sui concetti posturali di F. Mèzières, che ha lo scopo di recuperare una condizione di equilibrio dell’organismo ed una eliminazione dei compensi mediante la cura della morfologia del corpo.

Chiama il nostro studio di Fisioterapia a Roma per ritrovare il benessere!

People suffering from arm pain, De Quervain Tenosynovitis, Men with bones and wrist problem concept

Dolori al polso: da cosa può dipendere?

L’articolazione del polso, è composta da molte ossa: per la precisione sono 8 ossa sottili, che sono distribuite su due file parallele di 4 che complessivamente vengono chiamate carpo. Il carpo si trova nel mezzo fra il metacarpo (che compone le ossa della mano) e il radio (un osso dell’avambraccio).
Ad unire e a permettere il movimento di queste strutture ossee sono numerosi legamenti. Spesso questi legamenti sono interessati da patologie come il tunnel carpale (di cui abbiamo parlato in questo articolo)

Il polso è un’articolazione molto mobile ma al tempo stesso straordinariamente delicata, è quindi normale che possa essere interessato da vari dolori; essi possono colpire:
• i tendini
• i legamenti
• le ossa

Quali sono le cause del dolore al polso?

Sicuramente sono numerose e questo può creare problemi nell’identificare con esattezza la patologia che sta causando quei dolori.

Fra le cause del dolore al polso ricordiamo le più importanti:

• compressioni dei nervi
• artriti
• infiammazioni dei tendini
• rotture dei tendini
• fratture delle ossa.

Possiamo suddividere le cause del dolore al polso in due macrocategorie:
• i traumi
• le patologie croniche

Fra i traumi ricordiamo le distorsioni e le fratture, fra le patologie croniche invece la famosa sindrome del tunnel carpale e i vari tipi di artrite (artrite reumatoide, l’osteoartrite, la fibromialgia…)

Se vuoi affidarti a degli esperti e iniziare a risolvere il problema chiamaci subito e fissa un appuntamento presso il nostro centro.

Rieducazione-Posturale-Metodo-Mezieres-04

Ginnastica Posturale individuale Roma

La ginnastica posturale individuale è un insieme di esercizi motori programmati personalmente per il paziente che necessita cadenze e sequenzialità particolari da non poter implementare in esercizi comuni ad un gruppo.

Tali esercizi andranno a ristabilire un equilibrio muscolare nelle zone irrigidite e affette da dolore, equilibrio teso all’eliminazione di posture scorrette, causa di patologie, dolori,  disabilità o disturbi funzionali.

Parte focale di questa ginnastica è l’insegnamento ed il conseguente apprendimento della postura corretta.

La sua indicazione è quindi adeguata per problemi alla colonna vertebrale, scarsa mobilità articolare, disturbi posturali, problematiche post-intervento, portatori di protesi, scoliosi, lombo-sciatalgie, ernie, cervicalgie ed artrosi.

I molteplici benefici da poter attribuire alla ginnastica posturale sono:

  • aumento dell’elasticità e del tono muscolare;
  • ampliamento dell’abilità motoria;
  • incremento della resistenza fisica;
  • diminuzione dello stress;
  • raggiungimento della corretta postura;
  • facilitamento della respirazione.

Desideri ricevere maggiori informazioni sulle sedute di ginnastica posturale a Roma?

Tecarterapia Roma

Tecarterapia Roma

La TecarTerapia  è una tecnologia che utilizza la radiofrequenza, per curare le patolgoie dell’apparato muscolo-osteo-cartilagineo, riattivando i processi autoriparatori già presenti normalmente nel nostro organismo.

Rispetto alle altre terapia che che sfruttano il calore, la tecarterapia attraverso  il passaggio della radiofrequenza determina una resistenza e quindi un calore “interno”.

Dove trovo un centro di tecarterapia a Roma?

Roma ha moltissime strutture che effettuano la tecar, ma solo poche hanno macchinari validi, con una potenza di erogazione adeguata al trattamento richiesto. Il nostro studio si trova nel centro di Roma, a due passi da San Pietro e offre un macchinario di ultima generazione.

Quanto dura una seduta di Tecarterapia?

Ogni patologia è differente, e naturalmente l’approccio terapeutico cambia di volta in volta. La durata media di un trattamento, per ottenere dei buoni risultati, varia tra i 20 e i 30 minuti. Di solito si usa fare un trattamento Resistivo e Capacitivo, ma varia molto dalla sede del problema e dal percorso proposto dal terapista. Per cui, di volta in volta e in base al problema la seduta cambia.

Hai bisogno di maggiori informazioni?

images

Fisioterapia Roma

Il nostro studio, aperto nell’aprile del 2008, si pone come obiettivo primario un livello qualitativo professionale altissimo, mantenendo un ambiente con accoglienza e disponibilità dello stesso livello. Uno studio professionale di fisioterapia ed analisi delle problematiche ortopediche e della postura a due passi da San Pietro e dall’ospedale S.Spirito, ubicazione che ne facilita il raggiungimento.

Direttore: Dott. Giulio Fermanelli

I servizi di cui potrai usufruire nel nostro studio sono:

  • Trattamenti Manuali
  • Terapie Strumentali
  • Riabilitazione MOtoria
  • Ginnastica Medica

La pratica delle terapie manuali agisce sui tessuti, direttamente e secondariamente, responsabili del dolore attraverso movimenti e pressioni manipolatori.

Lo studio Fisiogieffe si pone come obbiettivo primario l’avanguardia nei mezzi strumentali terapeutici da affiancare alle varie manovre e tecniche di terapia manuale e di riabilitazione.

Per riabilitazione motoria s’intende un insieme di metodi che favoriscono il recupero di funzioni motorie perdute ed evitano il verificarsi di complicanze secondarie correlate.

La ginnastica medica è svolta sotto la guida attenta di uno staff qualificato, che consente di effettuare movimenti di contrazione e di stretching, rispettando la fisiologia articolare.

visita-posturale-giuseppe-cesarano-scafati

Analisi Posturale

L’analisi posturale è senza dubbio il miglior punto di partenza per individuare gli squilibri corporei da cui hanno origine un’innumerevole serie di disturbi di diverso tipo. I terapeuti professionisti sono sempre più inclini a scegliere l’analisi posturale come prima indagine valutativa prima di iniziare con i propri pazienti uno specifico iter terapeutico.

Sovraccarichi funzionali, contratture, infiammazioni tendinee e stress meccanici portano il nostro fisico ad adattamenti continui.

L’atleta continua a pedalare, gareggiare ed allenarsi senza far caso a piccole alterazioni articolari e muscolari che causano, con il passare del tempo, importanti squilibri.

Una corretta analisi inizia dalla “posizione ortostatica” (posizione eretta); partendo dallo studio delle curve anatomiche della colonna, si passa all’analisi di tutte le strutture articolari, della loro funzionalità e dei rapporti tra i diversi distretti muscolari e corporei.

Qualsiasi alterazione o squilibrio deve essere preso in completo esame, per stabilirne le cause e successivamente, insieme al terapista, sviluppare un programma di recupero (ginnastica posturale).

Funzionalità e prevenzione sono quindi i due aspetti fondamentali legati ad una completa visita posturale.

I problemi di postura sono coinvolti anche nella maggior parte dei disturbi alla vista e di equilibrio. Visto il largo coinvolgimento, correggere la postura può aiutare nella cura di numerose patologie:

  • Dolore al collo e mal di schiena, dal semplice torcicollo a dolori che interessano tutta la schiena, possono essere trattati allineando una o più vertebre;
  • Dolore cervicale e mal di testa, specie nei casi di emicrania, richiede un intervento diretto sulla postura della colonna verticale e cervicale;
  • Scoliosi, se diagnosticata in tempo permette di riallineare le vertebre e portare a completa guarigione.

La posturologia unita ad altre discipline, dai massaggi alla correzione posturale, è in grado di alleviare diverse patologie e comprendere le cause che generano i disturbi nel paziente.

 

esame-baropodometrico

Esame Baropodometrico

L’esame baropodometrico é un’ analisi completa della postura e delle distribuzioni di carico sul piede.

L’analisi è completamente indolore e non invadente (priva di campi magnetici o radiazioni), infatti il paziente viene posizionato su un pedana baropodometrica che permette di esaminare dove viene maggiormente esercitato il carico del corpo sulla pianta del piede. Tramite appositi sensori distribuiti sulla pedana analizza i punti di pressione ed eventuali problematiche del passo.

Esame baropodometrico a cosa serve?

L’obiettivo di un’ analisi posturale è prima di tutto capire come e dove viene scaricato il peso del corpo sulla pianta del piede, qual’é la postura e se è corretta o da migliorare.

Posizionando il paziente a piedi nudi sulla pedana baropodometrica si individua il baricentro corporeo.

In seguito vengono stabilite le dimensioni dei piedi in modo molto preciso, anche  in previsione di eventuali solette o plantari, e studiato  l’appoggio plantare.

L’esame prosegue, chiedendo al paziente di spostare il carico corporeo da un piede all’altro, simulando una camminata. La pedana é in grado di elaborare informazioni precise e dettagliate anche dei piedi in movimento, creando così un reportage completo dell’appoggio plantare ed evidenziare sovraccarichi anomali.

A chi serve?

Un esame baropodometrico computerizzato risulta utile sia per chi ricerca problematiche muscolo scheletriche, sia per chi vuole migliorare aspetti della propria vita legati alla postura o al movimento.

E’ anche una valida integrazione alle normali visite medico sportive necessarie allo svolgimento di sport e attività fisica, permettendo così di correggere fin da subito eventuali vizi posturali scorretti.

Questo esame viene consigliato anche a persone che soffrono di problemi alle articolazionidolori ai piedi e lombalgie.

12112017174844TECAR2

Tecar Terapia

Tecarterapia come funziona?

Il macchinario per la tecarterapia genera una corrente a frequenza compresa fra 0,4 e 0,5 MHz, che tramite gli elettrodi trasferisce energia. Questa attraversa il tessuto da trattare, e in base alla tipologia di questo avremo diversi effetti sulle componenti. Sarà quindi compito del fisioterapista comprendere e decidere come sfruttare il principio fisico elettrico per ottenere degli effetti sui tessuti biologici.

Modalità di funzionamento : Tecarterapia Capacitiva e Resistiva

Il Terapista deve conoscere il tessuto che decide di trattare in maniera perfetta, perché in ogni tratto del corpo avremo risultati differenti.

Le modalità di funzionamento della tecarterapia sono sostanzialmente 2 e per semplificazione si usa distinguerle in:

  1. Tecarterapia Capacitiva: permette di usare la Tecar sui tessuti e le strutture biologiche dotate di componente liquida (strutture molto idratate) come muscoli, e vasi linfatici e sanguigni.
  2. Tecarterapia Resistiva: questa modalità si usa prevalentemente sui tessuti che sono dotati di una grande componente connettiva, come ad esempio tendini, legamenti, capsule articolari ossa e cartilagini.

Come si svolge una seduta di Tecarterapia?

Esistono due tipologie di sedute di Tecarterapia.

  1. Modalità manuale: generalmente la modalità classica e quella più utilizzata dal terapista. Prevede l’uso di un manipolo collegato al macchinario, che viene posto sulla cute dell’area che va trattata. Viene spalmata sulla cute una crema bianca che è appunto una crema conduttiva, che permette lo scivolamento del manipolo sull’ area da trattare, e si muove il manipolo in varie direzioni in base alla strategia del terapista.
  2. Modalità manuale dinamica: questa modalità è molto interessante perché sfrutta i benefici della tecarterapia uniti all’esecuzione di esercizi durante il passaggio di corrente. Molto interessante soprattutto in campo sportivo.

Effetti Terapeutici

Quando un paziente si sottopone ad una seduta, il terapista cercherà di ottenere degli effetti terapeutici per migliorare i sintomi che hanno portato il paziente nello studio.

Ogni seduta avrà come scopo l’attivazione di processi complessi che possono essere riassunti in:

  • Effetti Antinfiammatori
  • Effetti Antidolorifici
  • Effetti Riparativi

Questi processi verranno messi in atto mediante:

  • L’aumento della temperatura endogena locale
  • La vasodilatazione
  • L’aumento della micro-circolazione
  • Indicazioni terapeutiche della Tecar

La tecar appresenta ad oggi probabilmente la terapia in campo fisioterapico-ortopedico più usata. Ricordiamo che questa terapia va eseguita in maniera corretta e soprattutto con una preparazione di base molto approfondita per non incorrere in errori e fallimenti terapeutici.

Le patologie che beneficiano della tecarterapia sono:

  • problemi muscolari
  • tendiniti e tendinosi
  • epicondilite ed epitrocleite
  • dolori cervicali e dolori lombari
  • post chirurgia del ginocchio (menisco, LCA)
  • post chirurgia della spalla
  • trattamento dei Trigger point
  • distorsione alla caviglia
  • coxoartrosi ed esiti di protesi anca
  • pubalgia
  • fascite plantare
  • tallonite
  • capsulite adesiva
  • cicatrici chirurgiche