Il nostro studio offre i migliori mezzi terapeutici da affiancare alle varie manovre e tecniche di terapia manuale. Questi macchinari, figli della recente evoluzione tecnologica, ci permettono di somministrare le energie fisiche riproducendole da quelle esistenti in natura.

Le energie fisiche utilizzate per ottenere una risposta biologica sui tessuti che presentano patologie sono: l'ENERGIA TERMICA (applicazione diretta di caldo in forma endogena cioe' con calore che si produce all'interno del tessuto e non proviene dall'esterno, diatermoterapia o tecarterapia e crioterapia con applicazione di ghiaccio), l'ENERGIA ELETTRICA (con applicazioni di modiche quantita' di correnti elettriche, nelle forme di ionoforesi, elettrostimolazione, elettroterapia computerizzata), l'ENERGIA MECCANICA DELLE ONDE SONORE (ultrasuonoterapia e onde d'urto), l'ENERGIA MAGNETICA (magnetoterapia), l'ENERGIA ELETTROMAGNETICA (laserterapia, elettromagnetoterapia, ipertermia).

DIATERMIA

La diatermia consiste nell'innalzamento della temperatura di un tessuto interno del corpo, tramite corrente elettrica a bassa tensione e ad alta frequenza, da onde magnetiche o da ultrasuoni. Le sue applicazioni comprendono la cura di alcune forme reumatiche di natura muscolare. Permette di risolvere danni biologici di patologie croniche, caratterizzate da degenerazione e fibrosi. Il tessuto cicatriziale fibroso generato dal danno biologico viene rivascolarizzato attraverso l'aumento della temperatura interna fino a 41 °C, con il ripristino del metabolismo corretto tramite correnti di spostamento che producono tre tipo di effetti:

 

●  biochimico: riequilibra il disordine enzimatico degli adipociti e  accelera il metabolismo ultrastrutturale delle cellule richiamando sangue ricco di ossigeno, velocizzando il flusso e facilitando il drenaggio linfatico dalle aree periferiche non affette dalla cellulite.

 

●  termico: per effetto joule prodotto dalle correnti di spostamento, induce una endotermia profonda e omogeneamente diffusa scaldando in modo uniforme e mirato l'area interessata senza surriscaldare la parte esterna;[3]

 

●  meccanico: aumentando la velocità di scorrimento dei fluidi, drena la stasi emolinfatica e tonifica le pareti vascolari.

 

Il macchinario di cui disponiamo è il Tecar Sixtus Epsilon per la trasmissione energetica  capacitiva e resistiva ai tessuti corporei, nella piena sicurezza per l’operatore e il soggetto sottoposto a trattamento grazie all’inserimento di 2 Brevetti Internazionali Sixtus Italia.

Il dispositivo offre la possibilità di scegliere fra tre frequenze di lavoro, permettendo di focalizzare il trattamento più o meno in profondità, in funzione della frequenza impostata.

IPERTERMIA

Fisiogieffe si avvale dell'uso dell’unica Termoterapia Endogena della Easytech che, utilizzando onde elettromagnetiche a specifica frequenza (Diatermia Radiativa), permette un’azione focalizzata, profonda e controllata, attraverso la misura ed il controllo della temperatura, dell’intensità e della profondità di trattamento. Trova vantaggiosa applicazione nella cura delle patologie dell'apparato locomotore.

Il controllo e l’adattamento della stimolazione ipertermica consentono di attivare i più noti effetti biologici del calore: incremento del flusso ematico locale; incremento degli scambi metabolici e dell'apporto di ossigeno; rimozione di cataboliti ed essudati; diminuzione della frequenza di scarica dei recettori del dolore; aumento della estensibilità del collagene e della efficienza contrattile del muscolo; riduzione dello spasmo muscolare e degli infiltrati infiammatori; diminuzione dell'edema.

L’Ipertermia permette, inoltre, di ottenere un adeguato fenomeno di cell killing che, provocando la necrosi delle cellule lesionate o sofferenti per una qualsiasi noxa patogena o traumatica, determina il rilascio di sostanze chemiotattiche e di growth-factors che rappresentano un potente stimolo rigenerativo e riparativo.

LASERTERAPIA

Un laser Nd:YAG è un laser a stato solido che sfrutta come mezzo laser attivo un cristallo di ittrio e alluminio (YAG) al neodimio.

Questo laser viene utilizzato in riabilitazione come terapia fisica per il trattamento delle cicatrici. La radiazione laser, penetrando i tessuti, induce reazioni biochimiche sulla membrana cellulare e all’interno dei mitocondri che inducono diversi effetti tra i quali la vasodilatazione, l'aumento del drenaggio linfatico e la stimolazione metabolica.

L’effetto terapeutico dipende dall’interazione della luce laser con il tessuto biologico interessato; ogni tipo di laser emette luce ad una determinata lunghezza d’onda che interagisce in modo diverso con i cromofori (acqua, emoglobina, melanina, proteine, acidi nucleici) presenti nel tessuto.

 

La caratteristica principale del fascio laser di Mectronic, in nostra dotazione, è nella sua forma bilanciata e simmetrica, in grado di garantire una maggiore efficacia terapeutica. Il fascio ha una maggiore interazione con i tessuti biologici rispetto alla classica emissione monoriga degli altri laser Nd:YAG continui e pulsati;

inoltre presenta una linea più regolare rispetto all’emissione pluririga sbilanciata dei laser a semiconduttore, con una maggiore profondità d’azione.

I laser terapeutici ad alta potenza di Mectronic Medicale permettono di modulare l’energia della luce per assicurare al corpo un rapido effetto antalgico, antinfiammatorio e biostimolante.

ONDE URTO

Le onde d’urto sono onde acustiche che accompagnano la nostra vita quotidiana senza essere notate, utilizzate in fisioterapia con caratteristiche precisate a livello internazionale (D.I.G.E.S.T). Rappresentano impulsi pressori con un fronte di salita rapidissimo che genera una forza meccanica diretta, indirizzata sulle parti del corpo da trattare. L’onda d’urto non va confusa con l’onda ultrasonora utilizzata sia a scopo diagnostico che terapeutico, ma con andamento sinosuidale e non ad impulsi. I punti trigger miofasciali (MTrP) sono la causa più frequente dei dolori acuti e cronici all'apparato locomotore. Il miglioramento locale dell'irrorazione sanguigna, la riduzione dell'attività nocicettiva e del tono neuromuscolare nonché l'estensione locale inter e intramuscolare, sono gli assiomi fisiologici e meccanici della terapia con il sistema della STORZ MEDICAL MASTERPULS® MP50 da noi usato. Particolarmente indicato per tendinite calcifica, epicondilite, ondropatia patellare, chillodinia, fascite plantare, condizioni patologiche a livello delle inserzioni tendinee, attivazione del tessuto muscolare e connettivo e agopuntura con onde d'urto.

 

MAGNETOTERAPIA

La magnetoterapia è l’applicazione a scopo terapeutico di un campo magnetico originato da frequenze basse e alte.

Si occupa di rigenerare le cellule danneggiate, migliorando la cinetica enzimatica e ripolarizzando le membrane cellulari; inoltre produce un’azione antidolorifica ed antistress, promuovendo un’accelerazione di tutti i fenomeni riparatori con netta azione biorigenerante, antinfiammatoria, antiedematosa, antalgica, senza effetti collaterali.

 

Costituisce una forma di fisioterapia che utilizza l’energia elettromagnetica ed è una cura efficace, sicura e non invasiva. I campi magnetici interagiscono con le cellule favorendo il recupero delle condizioni fisiologiche di equilibrio.

 

E’ indicata nei casi in cui è necessario stimolare la rigenerazione dei tessuti dopo eventi lesivi di varia natura.

I campi elettromagnetici generati favoriscono risultati sicuri senza l’impiego di nessun farmaco.

L’apparecchiatura per magnetoterapia in nostra dotazione è la MICHELANGELO STUDIO della LED, destinata ad un uso temporaneo, per applicazioni terapeutiche ambulatoriali. I principali campi di applicazione dell'apparecchiatura sono: traumatologia,  pseudoartrosi  e  ritardo  di  consolidazione  delle fratture, fratture a rischio  di pseudoartrosi, lesioni  delle  parti molli  (contusioni,  distorsioni,  ustioni, ecc.), algodistrofia distrettuale, reumatologia (reumatismi degenerativi, reumatismi infiammatori, reumatismi, fibromialgici, necrosi ossee asettiche),  angiologia (arteriopatie perifieriche, piaghe ed ulcere), neurologia (cefalee muscolotensive, nevralgia posterpetica), dermatologia (psoriasi, ittiosi), endocrinologia (osteoporosi senile e post-menopausale).

ELETTROTERAPIA

L'elettroterapia utilizza i campi magnetici per penetrare più a fondo nei tessuti vivi ed ottenere una stimolazione terapeutica a maggior profondità rispetto a una stimolazione elettrica superficiale applicata alla pelle.

L’organismo umano si può considerare come una soluzione elettrolitica e quindi come un buon conduttore. La cute a sua volta crea notevole resistenza. Le correnti si distinguono in correnti galvaniche: per ionoforesi permette il passaggio all’interno di medicinale; correnti dyadinamiche: impiegate per la terapia del dolore, hanno infatti effetto inibitore sulla conduzione delle terminazioni nervose; correnti stimolanti l’attivazione muscolare: utilizzate in ogni caso di deficit muscolare.

Si usano correnti variabili per forma e durata degli impulsi, pausa e direzione del flusso, hanno azione eccito motoria sulle fibre muscolari.

Il LEONARDO della LED in uso nel nostro studio è un’apparecchiatura studiata per il trattamento fisioterapico inteso nella terapia riabilitativa di tessuti muscolari normoinnervati e/o denervati, il trattamento di sindromi dolorose o circolatorie ed il

 

trattamento di stati muscolari ipotonici od ipotrofici mediante ginnastica passiva. La bipolarità della corrente evita ogni possibilità di azione elettrolitica indesiderata durante i trattamenti, correnti interferenziali (modello Special) per la stimolazione antalgica o motoria di tessuti profondi, mediante bassa frequenza generata dalla interferenza di medie frequenze le quali riducono l’impedenza della cute e la conseguente irritazione dell’epidermide.

ULTRASUONOTERAPIA

Gli ultrasuoni sono vibrazioni sonore a frequenza cosi' elevata da non risultare percepibili dall'orecchio umano. Queste vibrazioni applicate mediante un trasduttore in modo perpendicolare o tangenziale al corpo, provocano all'interno dei tessuti biologici un'ondata di pressioni e depressioni.

Gli effetti sui tessuti biologici sono principalmente tre:

 ● Meccanici: Micromassaggio e microcostrizioni con deformazione cellulare, che si traduce in un'accelerazione del metabolismo e della mitosi cellulare.

 ● Termici: Il calore endogeno prodotto dagli ultrasuoni esplica effetti sulla vascolarizzazione superficiale e profonda e sulla fisiologia del neurone. Tutto cio' si traduce in un effetto antalgico sul neurone nocicettico, un effetto spasmolitico sul neurone motore e un effetto simpaticolitico con conseguenze antinfiammatorie sul neurone ortosimpatico.

 ● Chimici: Flocculazione dei colloidi, eliminazione di gas, distruzione di batteri.

Il macchinario in nostra dotazione è fornito dalla MECTRONIC.

ULTRASUONOTERAPIA A FREDDO

La terapia fisica ad ultrasuoni può inoltre essere abbinata alla Crioterapia (“terapia del freddo”) in quanto la testina di emissione è in grado di raggiungere una temperatura di -5 C°.

 

Nelle lesioni ed infiammazioni capsulo-legamentose dell’apparato locomotore il binomio ultrasuono-freddo (particolarmente indicato nei traumi recenti, negli stati infiammatori acuti e sub-acuti) facilita il processo di guarigione consentendo un recupero più veloce in quanto la differente temperatura del derma rispetto al muscolo provoca un maggior effetto circolatorio.

 

Il sistema CRYO della SIXTUS in uso nel nostro studio ci permette il trattamento degli stati infiammatori e dolorosi.

 

All’azione antiinfiammatoria degli ultrasuoni, infatti, si associa l’azione analgesica, antiedemigena e antidolorifica della crioterapia (terapia del freddo).

 

Via del Gelsomino 50

00165 - Roma - Italy

 

+39 06.86985159

 

info@centroplantari.it

 

Via del Crocifisso 51

00165 - Roma - Italy

 

+39 06.635874

 

info@mediferm.com

 

Via del Gelsomino 50

00165 - Roma - Italy

 

+39 06.86985159

 

shop@mediferm.com

 

Cliccando 'OK' accetti le nostre cookie policy. OK